Elenet.net
0 voti
Carla è molto preoccupata per suo zio che con l'età avanzata sta dimostrando di  non riuscire già a gestire il proprio denaro che spende con estrema facilità. Cosa potrebbe fare e a chi si potrebbe rivolgere Carla affinché suo zio possa essere adeguatamente tutelato e aiutato nella gestione dei suoi interessi e del suo patrimonio?
quesito posto 26 Aprile 2017 in Diritto ed Economia da prof Vernengo (25 punti)
  

2 Risposte

0 voti

In questo caso secondo me bisogna affidare un tutore a questa persona così che non spenda i soldi con gran facilità

risposta inviata 26 Aprile 2017 da Paolo Geraci (21 punti)
Il tutore è la persona che sostituisce chi non può agire perché o è minore o è infermo di mente o ha subito una condanna. In questo caso lo zio di Carla non corrisponde a nessuna di queste categorie. Il giudice potrebbe invece affidare lo zio di Carla ad un curatore (e questo zio verrebbe considerato quindi un inabilitato) perché verrebbe considerato come persona che spende il suo denaro in quantità eccessiva. In alternativa si potrebbe considerare un amministratore di sostegno (figura simile che viene affiancato dai giudici per le c.d. categorie di soggetti deboli, come un tossicodipendente)
0 voti
Carla si potrebbe rivolgere a un giudice la quale lo potrà affidare a un curatore.
risposta inviata 21 Maggio 2017 da Samuele-Dragna (22 punti)

Domande correlate

0 voti
0 risposte
quesito posto 17 Aprile 2017 in Diritto ed Economia da prof Vernengo (25 punti) | 196 visite
0 voti
1 risposta
quesito posto 14 Aprile 2017 in Diritto ed Economia da prof Vernengo (25 punti) | 396 visite
778 domande
1,565 risposte
639 commenti
1,445 utenti