Elenet.net
0 voti
quesito posto 29 Maggio 2017 in Meccanica da Antonino.Alessandro (38 punti)
  

1 Risposta

0 voti
Indicano la maggiore o minore attitudine di un materiale ad essere lavorato in un dato modo.

Le principale sono:

1)Plasticità: un materiale si dice “plastico” quando, sottoposto a forze esterne, si deforma permanentemente senza rompersi. In particolare, è detto “duttile” quando può essere ridotto in fili, è detto “malleabile” quando può essere ridotto in lamine, è detto “piegabile” quando si lascia piegare a freddo senza screpolarsi o rompersi. Materiali dotati di plasticità sono oro, argento, rame, ferro, piombo, alluminio, acciaio extra dolce.

2)Fusibilità: è l’attitudine di un materiale ad essere trasformato in un prodotto finito per via di fusione a temperature non eccessivamente elevate. In particolare, un materiale è “colabile” quando fornisce getti sani e compatti (senza soffiature) ed è fluido per costituire spessori anche sottili. Materiali adatti al getto sono le ghise, i bronzi e le leghe leggere (dell’alluminio) da fonderia.

3)Saldabilità: è l’attitudine di un materiale ad unirsi saldamente con un materiale uguale per mezzo di riscaldamento e fusione dei lembi o riscaldamento con rammollimento del materiale e pressione tra i pezzi. Sono maggiormente saldabili gli acciai a basso tenore di carbonio.

4)Truciolabilità: è l’attitudine che ha un materiale ad essere lavorato per asportazione di truciolo (tornitura, fresatura...). Per questo sono maggiormente lavorabili gli acciai a basso tenore dicarbonio, gli acciai al piombo ed allo zolfo (acciai automatici).

5)Temprabilità: è l’attitudine di un materiale a subire (per effetto di riscaldamenti e successivi raffreddamenti più o meno rapidi) trasformazioni cristalline tali da ottenere una struttura diversa e, quindi, caratteristiche meccaniche e tecnologiche differenti. Temprabili sono per esempio gli acciai che hanno una percentuale di carbonio superiore allo 0,40 %.

Per “misurare” le proprietà tecnologiche dei materiali si effettuano sugli stessi delle prove tecnologiche. Alcune sono unificate, altre sono diffuse nella pratica di lavoro anche se ufficialmente non sono riconosciute.
risposta inviata 29 Maggio 2017 da Antonino.Alessandro (38 punti)

Domande correlate

0 voti
1 risposta
quesito posto 28 Maggio 2017 in Meccanica da Antonino.Alessandro (38 punti) | 3,369 visite
0 voti
2 risposte
0 voti
1 risposta
768 domande
1,546 risposte
636 commenti
1,445 utenti